Via libera da parte dei soci Ofac in vista di un’eventuale acquisizione della Topwell Apotheken AG

Riunitisi a Berna lunedì 24 settembre, in occasione di un’Assemblea generale straordinaria, i soci Ofac hanno approvato a chiare lettere, con l’81,2% di voci favorevoli, la proposta formulata dalla cooperativa di avanzare un’offerta vincolante per acquistare la maggioranza delle quote azionarie della società Topwell Apotheken AG.

La catena di farmacie Topwell, con sede a Winterthur, conta un totale di 41 succursali, ubicate tutte nella Svizzera tedesca. Gli azionisti della Topwell, tra cui si annoverano soprattutto casse malati, hanno deciso di mettere in vendita la catena. Sulla base di tali presupposti, due membri del Management hanno contattato Ofac per esaminare congiuntamente, in concomitanza con la vendita delle azioni societarie, la possibilità di un management buyout.

Dopo aver analizzato la situazione, tenendo conto in particolare del rischio effettivo che queste farmacie passino nelle mani di un gigante della distribuzione su larga scala oppure di qualche grande impresa online, Ofac si è fondamentalmente dichiarata ben disposta e ha avanzato una prima offerta non vincolante. Tra le offerte pervenute, la Topwell ne ha scelte tre, e fra queste vi è anche quella di Ofac.

Prima di passare alla seconda fase e presentare un’offerta vincolante, in vista di acquisire la Topwell Apotheken AG, Ofac ha però deciso di consultare i propri soci, in occasione di un’Assemblea generale straordinaria. Riunitisi lunedì 24 settembre a Berna, i soci venuti da tutta la Svizzera, tra cui rappresentanti delle farmacie indipendenti, membri di gruppi o catene, hanno sostenuto a gran voce la cooperativa, approvando la decisione di continuare le trattative con la Topwell Apotheken AG.

Sapremo tra qualche mese come evolveranno le cose, quando gli azionisti della società di Winterthur si pronunceranno sulle ultime offerte prese in considerazione.