Test rapidi COVID-19 in farmacia con il sostegno di Ofac

Mercoledì 28 ottobre la Confederazione ha deciso di autorizzare le farmacie a effettuare, a determinate condizioni, test rapidi antigenici COVID-19. Questa misura è entrata in vigore il 2 novembre 2020.

Sebbene alcuni punti importanti non siano ancora stati precisati dall’UFSP e dai cantoni, la cooperativa Ofac ha deciso di fare il necessario per facilitare il compito delle farmacie che otterranno dal loro cantone l’autorizzazione a effettuare questi test rapidi e di apportare il proprio sostegno operativo.

Entro il prossimo 25 novembre, l’accesso a questi test rapidi sarà integrato nella piattaforma Internet Coronacheck di Abilis, già in funzione da alcuni mesi per il centro di screening «drive-in» di Berna (https://coronacheck.abilis.ch), che verrà adeguata per questa modalità in base alle direttive dell’UFSP e di pharmaSuisse. Grazie a un modulo elettronico online, ogni persona che desidera effettuare un test potrà farsi confermare se entra in linea di conto per un test rapido antigenico o per un test PCR sierologico oppure se non ha bisogno di sottoporsi a un test.

Qualora sia raccomandato un test rapido, le verrà presentata una lista delle farmacie autorizzate a effettuare questo tipo di test e formate a tale scopo. Potrà quindi fissare un appuntamento online con la farmacia di sua scelta grazie a un’agenda elettronica integrata.

In un primo tempo, i risultati dei test possono essere trasmessi all’UFSP soltanto tramite il suo sito Internet. Non appena saranno apportati i relativi adeguamenti, Abilis si occuperà automaticamente e in modo protetto di questa trasmissione all’UFSP, evitando quindi che si debbano inserire due volte i dati.

I risultati potranno essere inviati al paziente via e-mail o tramite notifica sulla sua app mobile Abilis. Vi ricordiamo che l’adesione alla rete Abilis è compresa nel contratto di fatturazione dei soci Ofac e che la sua attivazione può essere effettuata nel giro di qualche giorno.

I test rapidi antigenici individuano la presenza di antigeni virali specifici. Come i test PCR, si basano su un tampone nasale profondo. Anche se sufficiente, la loro sensibilità è leggermente inferiore a quella dei test PCR. Questi test presentano, tuttavia, determinati vantaggi:

  • Risultati prodotti in soli 15 – 30 minuti
  • Meno onerosi
  • Nessun bisogno di materiale di laboratorio costoso.

L’UFSP precisa che i test rapidi antigenici devono essere utilizzati soltanto per le persone sintomatiche secondo i criteri che ha stabilito e che non sono considerate persone a rischio. Inoltre la comparsa dei sintomi deve risalire a meno di quattro giorni prima.

I risultati devono essere notificati all’UFSP e al paziente entro una scadenza massima definita:

  • test negativi: entro 24 ore
  • test positivi: entro 4 ore

Questi test rapidi, per cui la Confederazione ha fissato il prezzo pubblico a CHF 57.50, vengono fatturati alle casse malati (LAMal) dei pazienti, le quali a loro volta si fanno rimborsare i rispettivi costi dalla Confederazione. Il paziente non dovrà pagare né una quota di partecipazione ai costi, né la franchigia. La prestazione sarà fatturata tramite il POS, come una vendita abituale.

Contatto: marketing@ofac.ch / T. 0848-6322-48