Piena fiducia in Abilis e nel gruppo Ofac

È stato aperto un procedimento contro la piattaforma web mesvaccins.ch, «Il libretto di vaccinazione elettronico svizzero» per un’eventuale violazione della protezione dei dati e per livelli di sicurezza insufficienti. La gestione del sito è stata momentaneamente sospesa dall’Incaricato federale della protezione dei dati.

Il gruppo Ofac, forte della sua lunga esperienza nel trattamento di dati sensibili legati alla salute, ha sempre posto la sicurezza informatica al centro delle sue preoccupazioni affinché i suoi soci possano avere piena fiducia nei suoi servizi e delle sue prestazioni. Le infrastrutture e in particolare i data center, basati in Svizzera, nonché le procedure di sicurezza del gruppo Ofac sono certificate da numerosi anni:

Ofac e le altre società del gruppo sono quindi conformi alle norme tecnologiche di sicurezza più severe e le sue applicazioni soddisfano le esigenze della Legge federale sulla protezione dei dati (LPD).

La piattaforma sanitaria Abilis rispetta queste esigenze elevate e integra una procedura di autenticazione e d’identificazione rigorosa per assicurare la sicurezza informatica e la protezione massima dei dati dei pazienti. Abilis ha scelto trustID, una soluzione sviluppata dalla società svizzera Elca e certificata dalla Confederazione nel quadro della Legge federale sulla cartella informatizzata del paziente (LCIP). Essa permette l’accesso alla piattaforma Abilis e alle applicazioni professionali OVAN in base al principio del doppio fattore di autenticazione, con un’applicazione protetta installata su uno smartphone che si aggiunge al nome utente/alla password tradizionale. È il medesimo livello di sicurezza di quello utilizzato per l’accesso ai conti bancari.

Le norme di sicurezza della piattaforma sanitaria Abilis corrispondono sin d’ora al livello di esigenza molto elevato definito dalla Confederazione per la Cartella informatizzata del paziente (CIP) che sarà proposto dall’autunno 2021 dalla comunità di riferimento Abilis. Ciò comprende ad esempio, per l’adesione ad Abilis, l’obbligo del paziente di identificarsi di persona in farmacia.

Queste procedure possono sembrare impegnative nell’attività quotidiana di una farmacia, ma occorre continuare a porre l’accento sulla protezione dei dati dei pazienti e sulla sicurezza degli accessi alle nostre applicazioni.

Vi garantiamo che il gruppo Ofac intraprende tutto il possibile per continuare a meritare la fiducia dei suoi clienti.