pharmaSuisse entra nel capitale di Abilis SA

Ginevra, 20 novembre 2017 – Riunitisi gli scorsi 14 e 15 novembre a Berna per la loro assemblea autunnale, i delegati di pharmaSuisse hanno deciso che la società mantello dei farmacisti diventerà azionista di Abilis SA nella misura del 20% del capitale. Questa società anonima non profit con sede a Köniz (BE) è la struttura incaricata della realizzazione e della gestione di Abilis, la comunità di riferimento nazionale e interprofessionale conforme alla LCIP (legge federale sulla cartella informatizzata del paziente).

Questa decisione, presa alla quasi unanimità, rispecchia la volontà di pharmaSuisse di sostenere il progetto Abilis e di rafforzare, in quest’ambito, la collaborazione con Ofac, la cooperativa professionale dei farmacisti svizzeri, fautrice di questa iniziativa.

Per Fabian Vaucher, presidente di pharmaSuisse, «Affinché la cartella informatizzata del paziente (CIP) possa affermarsi presso i pazienti e i prestatori di cure occorre adottare un approccio interprofessionale, coordinato e organizzato dalle associazioni mantello nazionali dei fornitori di prestazioni, delle istituzioni, dei pazienti e dei consumatori. Abilis, la prima comunità di riferimento nazionale, tiene conto di questo approccio in modo esemplare. Essa rafforzerà con successo l’interfaccia tra l’ambito stazionario, dove è obbligatorio creare una CIP, e i fornitori di prestazioni attivi nell’ambito ambulatorio. È in questo modo che sarà effettivamente possibile raggiungere l’obiettivo di aumentare la qualità, il che va a vantaggio del paziente».

Tutte le altre associazioni che rappresentano i professionisti della salute possono diventare azionisti di Abilis SA. Un dossier di presentazione di Abilis è stato d’altronde trasmesso, tramite pharmaSuisse, a tutti gli altri membri del gruppo di lavoro interprofessionale CIP (IPAG-EPD in tedesco) che comprende le associazioni mantello nazionali interessate (medici, infermieri, psicoterapeuti, chiropratici, ergoterapeuti, levatrici, dietisti).

La conferma delle sue competenze tecnologiche durante il «Projectathon», organizzato lo scorso settembre da eHealth Suisse e dall’UFSP, e il sostegno ottenuto da pharmaSuisse consentono ad Abilis di superare le tappe necessarie per creare, prima della fine del 2018, una piattaforma di sanità digitale basata sulla CIP (cartella informatizzata del paziente). Questo portale Internet non sarà accessibile soltanto alle farmacie, ma anche a tutti i professionisti della salute che ritengono importanti i medicamenti e le loro molteplici interazioni con la terapia di un paziente. Aderendo a questa comunità di riferimento, essi potranno beneficiare della struttura Abilis certificata per aver accesso alle prestazioni della CIP, ma anche per avvalersi, tramite un portale specifico B2B, di servizi digitali diversificati di scambio o di analisi di dati diffusi attraverso la piattaforma protetta di Ofac (xHealth).

Segnaliamo inoltre che la dimensione nazionale della comunità Abilis, con i suoi molteplici vantaggi (interfaccia unica adeguata alla mobilità dei pazienti e ai professionisti attivi in strutture sanitarie con varie sedi), non le impedisce di essere interamente compatibile e interoperabile con qualsiasi altra struttura certificata CIP, sia cantonale che regionale.

Non esitate a contattarci per conoscere le condizioni di adesione a questa comunità di riferimento:
Abilis SA, Stationsstrasse 12, 3097 Liebefeld, tel. 031 388 16 00, info@abilis.ch.

Per ulteriori informazioni su Abilis, consultate il sito www.abilis.ch.

Legenda foto: André Viatte, presidente del Consiglio d’amministrazione di Abilis SA, durante la sua presentazione ai delegati di pharmaSuisse.