Ofac e Abilis partecipano con successo al Projectathon CIP

Il team di esperti informatici Ofac (in immagine: Jean-François Machal, responsabile Business Unit eHealth, con Stéphanie Sonnerat, ingegnere di sviluppo), insieme agli esperti della società partner Elca Informatique SA, hanno partecipato alla 2a edizione di Projectathon CIP, organizzata dall’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP), dall’associazione eHealth Suisse e da IHE Suisse, tenutasi dal 17 al 21 settembre a Berna. La partecipazione al Projectathon rappresenta un’altra tappa fondamentale nell’ambito dello sviluppo di Abilis, la Comunità di riferimento nazionale e interprofessionale della medicazione.

Il Projectathon costituisce una vera e propria pietra miliare nello sviluppo della cartella informatizzata del paziente (CIP), per tutti i potenziali fornitori di soluzioni in tale ambito. Sono state 23 le imprese che hanno preso parte a questo breve test pratico che permette di mettere alla prova l’interoperabilità dei sistemi informatici tra loro e con l’ambiente di riferimento della CIP. L’obiettivo dei test è di preparare diverse soluzioni per quella che sarà la tappa successiva, vale a dire la certificazione.

Gli esperti di Ofac e di Elca Informatique hanno così potuto sperimentare in tempo reale le soluzioni tecnologiche scelte. L’accento è stato posto sulle particolarità elvetiche dei profili internazionali IHE (Integrating the Healthcare Enterprise) così come sui test di identificazione dei pazienti e dei professionisti del settore sanitario, ma anche sull’assegnazione dei diritti di accesso da parte dei pazienti.

Il Projectathon rappresenta un momento chiave e imprescindibile nello sviluppo della cartella informatizzata del paziente. È un appuntamento importante in cui i diversi fornitori possono fare il punto della situazione e pianificare il seguito dei propri progetti. Le squadre di Ofac e di Elca Informatique hanno raccolto buoni risultati e, forti del successo ottenuto, sono ora più motivate che mai nell’affrontare le prossime tappe per lo sviluppo del progetto Abilis.