Accordo di collaborazione tra Ofac e la SISPha nel settore dell’accompagnamento terapeutico dei pazienti

Ofac et SISPha

Christophe Rossier, direttore e presidente del Consiglio della SISPha SA //

Recentemente la cooperativa Ofac ha concluso con la SISPha SA un accordo di collaborazione con partecipazione. Questa società si occupa della realizzazione di programmi interdisciplinari di accompagnamento dei pazienti affetti da malattie croniche da parte di professionisti del ramo sanitario (in particolare farmacisti, medici e infermieri). Entrambe le società sono persuase che si tratta di un settore strategico per le farmacie, per la medicina di base e per un migliore coordinamento delle reti di cure.

La SISPha è stata fondata nel 2011 su iniziativa di specialisti del settore farmaceutico e di medici di famiglia nella «tecnopoli» di Sierre (VS). Essa propone ai professionisti soluzioni organizzative e tecnologiche finalizzate a garantire la qualità delle cure in generale, nonché l’uso responsabile dei farmaci.

Le principali attività della giovane impresa si basano soprattutto sul modello della farmacia comunitaria del Policlinico Medico Universitario di Losanna (PMU) in materia di programmi di adesione terapeutica e di gestione del rischio farmacologico. Il responsabile di questa struttura, il professor Olivier Bugnon, fa peraltro parte del Consiglio della SISPha.

Christophe Rossier, farmacista vodese, direttore e presidente del Consiglio della SISPha è soddisfatto di questa partnership con Ofac: «questa alleanza logica di competenze specifiche, tecnologiche e strutturali permetterà di accelerare lo sviluppo e la realizzazione di servizi farmaceutici innovativi e di promuovere la collaborazione interprofessionale in tutta la Svizzera. Un passo in avanti verso il benessere dei pazienti e una maggiore efficienza del nostro sistema sanitario!»

Ofac può cogliere una nuova opportunità. La cooperativa può, infatti, basarsi su competenze e conoscenze professionali riconosciute al fine di sviluppare altri strumenti presto indispensabili per i suoi soci. Oltre alle prestazioni di follow-up farmaceutico già presenti nell’offerta di Ofac, a partire dall’anno prossimo dovrebbero essere realizzati progetti comuni nel settore dell’assistenza terapeutica e dell’accompagnamento dei pazienti. A tale scopo è stata instaurata una collaborazione con il Pharmaceutical Care Research Group della facoltà di scienze farmaceutiche dell’università di Basilea, oltre a quella già esistente con il PMU di Losanna e l’École de Pharmacie di Ginevra/Losanna.