La piattaforma sanitaria Abilis registra le prime adesioni di centri di cure

Ginevra, 8 novembre 2019 – Ofac, la cooperativa dei farmacisti svizzeri, ha appena lanciato sul mercato la piattaforma di sanità digitale Abilis. Poiché uno degli obiettivi di Abilis consiste nell’ottimizzare la comunicazione interprofessionale nell’interesse del paziente, la piattaforma non è destinata soltanto ai farmacisti ma anche a tutti i professionisti della salute.

La cooperativa Ofac è quindi lieta di annunciare che numerosi centri di cure, situati in diverse regioni linguistiche della Svizzera, hanno già aderito alla piattaforma sanitaria Abilis già prima del suo lancio ufficiale. Questi istituti hanno inoltre richiesto l’affiliazione alla comunità di riferimento nazionale e interprofessionale Abilis, in fase di certificazione, il che permetterà loro di accedere alla cartella informatizzata del paziente (CIP), ai sensi della LCIP, il cui lancio è previsto dall’UFSP per la primavera del 2020.

Si tratta di 3 cliniche, di cui due in Ticino: la Clinica Santa Chiara di Locarno e la Clinica Luganese Moncucco di Lugano, e una in Svizzera tedesca, la Klinik Seeschau am Bodensee di Kreuzlingen (TG) sul lago di Costanza nonché una catena di centri di chirurgia ambulatoriale, MV Santé, situati in Svizzera romanda, ossia a Sion, Ginevra e Losanna (2 centri).

La decisione di questi istituti di aderire ad Abilis è in particolare motivata dal loro interesse ad accedere alla panoramica a 360° dei pazienti, proposta dalla piattaforma, che comprende tutte le informazioni concernenti la loro medicazione ed è pertanto in grado di favorire anamnesi rapide ed efficaci.

Aderendo con il tempo alla comunità di riferimento nazionale e interprofessionale Abilis, che dovrebbe essere tra le prime a ottenere la certificazione della Confederazione, le cliniche hanno inoltre la garanzia di essere in conformità con la LCIP.

Informazioni: philippe.dupont@ofac.ch