forumofac.19: all’insegna del lancio della piattaforma sanitaria Abilis

Il forumofac.19, che si è svolto lo scorso 8 novembre a BernExpo, ha riunito circa 400 partecipanti invitati da Ofac. Erano presenti all’incontro principalmente farmacie socie della cooperativa ma anche partner e clienti. Questa 14a edizione dell’importante appuntamento organizzato ogni anno da Ofac ha permesso di fare il punto sulla sanità digitale (Siamo pronti per un cambiamento di paradigma?). L’evento ha inoltre segnato una data importante per Ofac, ovvero quella del lancio della sua piattaforma sanitaria Abilis, destinata ai professionisti della salute e al grande pubblico.

I partecipanti del forumofac.19 hanno così potuto assistere «dal vivo» a dimostrazioni della piattaforma sanitaria Abilis, uno strumento prezioso al servizio dei prestatori di cure e in particolare dei farmacisti che consente loro di ottimizzare la qualità e la sicurezza dei loro trattamenti, garantendo un’assistenza terapeutica efficace dei loro pazienti.

La versione Abilis destinata ai pazienti, che si presenterà sotto forma di app mobile gratuita protetta da un identificativo elettronico a 2 fattori, sarà disponibile nel corso del mese di dicembre 2019 presso le farmacie partner Abilis (elenco su abilis.ch).

Il dott. Mario Magada, direttore generale di Ofac, ha presentato ai partecipanti le principali caratteristiche della piattaforma Abilis e ha comunicato che vi hanno già aderito oltre 200 farmacie e alcuni altri istituti di cura. Ha ricordato che la piattaforma proporrà un accesso alla CIP (cartella informatizzata del paziente) sia al grande pubblico che ai professionisti della salute a partire dalla sua messa in servizio nel corso del 2020.

Tra i conferenzieri che si sono avvicendati sul palco del forumofac.19 per presentare diversi aspetti legati alla sanità digitale, Adrian Schmid, segretario generale di eHealth Suisse, ha esposto la situazione della CIP pochi mesi prima della data del suo lancio prevista per il mese di aprile del 2020 e ha ammesso che il cammino della sua progressiva realizzazione sarà arduo. Basandosi sul caso della Danimarca, Lars Hulbæk, specialista danese di eHealth, ha a sua volta dimostrato gli sforzi importanti necessari per installare una rete nazionale di condivisione di dati nel sistema sanitario, scandendo le parole «Coraggio, perseveranza e pazienza…». L’introduzione progressiva della digitalizzazione in un’assicurazione è stata illustrata da Urs Zellweger di Helsana che ne ha presentato i due principali aspetti: il trattamento amministrativo dei dossier e le prestazioni agli assicurati. Dopo una relazione di Andreas Bircher, rappresentante della CIPA (Comunità di interessi Familiari curanti), Xavier Comtesse ha provveduto a chiudere il ciclo di conferenze. Nel suo stile caratteristico che unisce umore, provocazione e lungimiranza, questo esperto della sanità digitale, autore dell’opera «Santé 4.0 : le tsunami du numérique.» (Sanità 4.0: lo tsunami digitale) ha ricordato la posta in gioco e le sfide della digitalizzazione.

L’ultima parte della giornata è stata consacrata alla consegna dei premi della 4a edizione degli Ofac Pharmacy Awards, e seguita da una conferenza multimediale di Dominique Gisin, medaglia d’oro di discesa alle olimpiadi di Sochi nel 2014. Accompagnata dal dott. Christian Marcolli, il suo psicologo dello sport, l’alta vallesana si è basata sulla sua carriera, fatta di alti e bassi, per ispirare i partecipanti e stimolarli ad essere perseveranti e volenterosi.

Questa giornata si è conclusa con la tradizionale e conviviale serata dei soci che si è svolta nella magnifica cornice pittoresca del ristorante Kornhauskeller nel centro storico di Berna.

Le presentazioni dei conferenzieri del forumofac.19 nonché le foto ricordo della giornata sono accessibili al sito www.forum.ofac.ch.